Home Visitare Siracusa
Visitare Siracusa PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 20 Settembre 2010 07:47

Museo Paolo Orsi SiracusaIl Museo Archeologico "Paolo Orsi" raccoglie la più importante documentazione della preistoria e della protostoria della Sicilia con celebri opere di arte greca e romana, ceramiche, marmi, decorazioni architettoniche. I più antichi reperti vanno dal paleolitico al neolitico ed all'età del bronzo; notevoli gli oggetti che testimoniano le influenze egee, anatoliche e micenee.

 

Catacombe di San Giovanni SiracusaSi possono visitare alcuni tratti delle Catacombe di S. Giovanni, fra le più estese della Sicilia, dove si suppone che vi abbia predicato anche S. Paolo, (negli Atti degli Apostoli si parla di una sosta dell’apostolo nella città), con gallerie, dove sono state scavate migliaia di tombe, graffiti e dipinti con simbologia cristiana e dove è stato trovato il magnifico sarcofago di Adelfia, oggi al Museo Archeologico, reperto fra i più importanti dell’arte cristiana in Sicilia.

 

Grotta dei Cordari SiracusaPiù avanti si trova la grande cavità, sostenuta da grosse colonne, nota come Grotta dei Cordari, e così chiamata perché per secoli, vi hanno esercitato il loro mestiere, approfittando della temperatura costante del luogo per intrecciare il loro cordame.

 

Teatro Greco di SiracusaSi va quindi a visitare il famoso Teatro Greco, interamente scavato nella roccia e testimonianza di una delle più grandi opere lasciataci del periodo greco.Risale probabilmente al V sec. a.C. e ampliato nelle forme attuali sotto Ierone II, è uno dei teatri più grandi del mondo greco, più grande anche di quello di Atene.L’enorme cavea poteva contenere circa 15.000 spettatori, la gradinata divisa in nove settori con più di 60 gradini era divisa verso metà da un ambulacro (diazoma).Ai piedi della gradinata si trovava la scena, ed è qui che sono state rappresentate le tragedie di Eschilo, le commedie di Epicarmo e che i Siracusani utilizzarono anche per le loro riunioni. Oggi, ogni anno, fra maggio e giugno, vi sono rappresentate le più belle tragedie greche.

 

Orecchio di Dionisio SiracusaL'Orecchio di Dionigi è una grotta artificiale, imbutiforme, scavata nel calcare, alta circa 23 m. e larga dai 5 agli 11 m., con una singolare forma, vagamente simile ad un padiglione auricolare, che si sviluppa in profondità per 65 m., con un insolito andamento ad S e con sinuose pareti che convergono in alto, in un singolare sesto acuto. La grotta è, inoltre, dotata di eccezionali proprietà acustiche (i suoni vengono amplificati fino a 16 volte). 

Queste caratteristiche acustiche e la forma indussero Michelangelo di Caravaggio, che visitò Siracusa nel 1608 in compagnia dello storico siracusano Vincenzo Mirabella, a denominarla Orecchio di Dionigi, dando così forza alla leggenda cinquecentesca secondo la quale il famoso tiranno Dionisio avesse fatto costruire questa grotta come prigione e vi rinchiudesse i suoi prigionieri per ascoltere, da un'apertura dall'alto, le parole ingigantite dall'eco.

 

Fiume Ciane SiracusaFiume Ciane E’ un fiume famoso per la presenza lungo le sue sponde delle piante di papiro, (Cyperus papirus) che crescono soltanto qui spontanee, unica zona in Europa. Alfine di tutelare quest’area. La Regione Sicilia ha posto il vincolo di Riserva Naturale Orientata. Questo fiume, lungo appena pochi Km., dalle acque meravigliose, non poteva sfuggire all’onnipresente mitologia greca che ad ogni fonte o luogo particolare assegnava un nome o era legata ad una leggenda.

 

Mare SiracusaDiverse sono le passeggiate che si possono compiere per conoscere i dintorni di Siracusa, ma in special modo le spiagge, almeno durante il periodo estivo, costituite da finissima sabbia dorata e servite da moderni stabilimenti balneari.

Ultimo aggiornamento Martedì 30 Novembre 2010 09:15
 

Meteo Siracusa

Min Max
Gio. sereno 11 18
Ven. quasi nuvoloso 11 19
Sab. coperto pioggia 12 17
Scegli la città
Diego &Danilo 108.jpg